giovedì 3 settembre 2009

Ciao zio

"Vedi, il regime fascista è una dittatura che si regge sul consenso popolare, e sulla divisione di coloro che ne sono contrari. Gli italiani, nella loro maggioranza non hanno ancora elaborato il passato fascista. Mussolini è caduto non perché era un dittatore che ha fatto cose orribili: queste cose la popolazione in maggioranza le ha sempre approvate (vedi ad esempio quell'oscenità che è stata l'invasione dell'Etiopia, stato sovrano e indipendente), oppure comunque non le ha osteggiate (vedi ad es. le leggi razziali). Mussolini è caduto perché si è alleato con Hitler in una guerra che ha provocato oltre 2 milioni di morti, oltre a sofferenze di ogni genere. Beh, allora si è scoperto l'antifascismo.

Oggi il popolo italiano, con la stessa mentalità approva le oscenità del Berlusca. Come allora non era possibile un'opposizione (l'opposizione parlamentare non ha avuto altre possibilità che andare sull'Aventino e lasciare via libera al duce), oggi accade più o meno lo stesso.
Si va da Di Pietro, l'incarnazione dell'antiberlusconismo (ahimé un analfabeta!!!) alle posizioni che dicono che l'antiberlusconismo è sbagliato, che occorre cercare il dialogo, etc. L'ultima l'ho sentita da Veltroni, che diceva che il problema non è Berlusconi, ma il sistema, etc. Magari chissà! si scoprirà che Berlusconi è la prima vittima del berlusconismo (come immagino che Mussolini sia stato la prima vittima del fascismo). In Italia c'è anche questo!
Purtroppo questa è l'Italia. Siamo lo zimbello dell'Europa, ma la gente scende nelle strade ad applaudire i militari che proteggeranno la loro sicurezza, contro i “deliquenti” extracomunitari!!! Incredibile, quando l'Italia è sede della malavita più estesa se non del mondo, almeno dell'Europa: ed è la mafia, la camorra e la 'ndrangheta. E sono italiani. E ci sono da sempre. E li abbiamo anche esportati nel mondo, soprattutto in America (con buona pace di Bossi, che ci insegna che gli italiani, a differenza degli extracomunitari che vengono qui per delinquere, andavano all'estero per... prova a dirlo tu!)

Che cosa vuoi fare? Queste cose le puoi dire, le puoi scrivere, ci sarà anche qualcuno che ti darà ragione. Ma oltre non si va.

Ora c'è la prospettiva del congresso del PD. Potrebbe essere un momento importante. Il PD potrebbe mettersi alla testa di una vera forza contro Berlusconi. Ma temo che non sarà così. Ci si contienerà a rovellare fra antiberlusconismo e dialogo, ovvero come si dice “opposizione costruttiva”. Mi chiedo costruttiva di che? Di una nuova villa per Berlusconi, immagino. In Italia non si può costruire altro.
C'è chi pensa già che nella regionali il PD si potrebbe alleare con Galan per la regione veneto!!

Guarda, delinquente per delinquente, se entrassero in competizione elettorale Berlusconi e Vallanzasca, io non avrei dubbi, voterei Vallanzasca, almeno è un deliquente onesto :-))

Lasciamo perdere. Che Berlusconi sia una resurrezione del Duce, basta leggere il De Felice, vedere quale è stato il percorso di Mussolini e confrontarlo col percorso di Berlusconi. Si vedranno delle similitudini moooolto preoccupanti.
Ma continuiamo pure a dar retta a quelli che dicono che fare dell'antiberlusconismo è sbagliato, come il grande D'Alema.

Ciao"

Nessun commento:

Posta un commento