giovedì 24 aprile 2008

...I'm leaving today

Veramente è domani.
Sì, anche icepick (il blogger che blogga da 9 mesi e mezzo e fa dai 30 ai 76 accessi quotidiani non unici di cui 75 fatti da lui medesimo) va a New York, e a quanto pare colà convergeranno - tra i tanti italiani - diversi bloggaz importanti, tra cui l'esimio ink, col quale si andrà assieme a visitare la vera scuola femminile che ha ispirato quella "finzionale" della nostra comune ossessione Gossip Girl. Lo so, ink, ti sto sputtanando (ma rilassiamoci, pare ne sia fan anche Albert Hammond Jr.), e per rimediare e compensare il guilty pleasure rivelerò che tra le altre attività vi sarà pur posto per i concerti di Calvin Harris, Feist, Foals e la serata Tiswas dell'Annex. Per non parlare della biennale del Whitney e altre mostre clamorose.
Ma vi sarà altra gente che rischierò di incontrare nelle zone wi-fi di Starbucks quando saremo tutti intenti a passare il giorno intero chiusi nella caffetteria più amata dagli esterofili per raccontare di quanto sia figo essere a New York. Tipo lui e Andrea, che mi determino a chiamare col nome di battesimo senza nemmeno conoscerlo di persona onde rispettare la sua volontà.
Ho deciso di non portare bagaglio a parte quello a mano, tanto i) al terminal 5 di Heathrow me lo perderebbero di sicuro ii) e a NY vado per fare shopping, mica per andare alla Carnegie Hall.
Ah, l'ho sempre snobbato mentalmente, l'idea di avere problemi per la digitazione del testo degli sms mi sconvolgeva, ma più si avvicina la partenza e più penso che - conoscendomi - non resisterò.
E infine tornerò con un sacco di Dos & Don'ts tra i quali primi vi sarà il più grande, quello di esser stato ancora una volta nell'unica città a parte Milano che mi fa sentire davvero a casa e tra i secondi l'urgenza di andare in vacanza dalla vacanza in una SPA a riprendermi dai bagordi che faremo, dovendo invece andare a lavorare una manciata di ore dopo l'atterraggio del volo di ritorno; ma è un prezzo onesto da pagare, mi pare.

Matte, il mio divano è pronto?

1 commento:

  1. spero per te che il silenzio di matte significhi assenso

    RispondiElimina