lunedì 11 febbraio 2008

Alzheimer bulletin, part 2

Altro che No Age, qua l’età fa dei brutti scherzi.

Tipo andare con lungimiranza in agenzia viaggi a prendere il biglietto del treno per Bologna con un giorno e mezzo d’anticipo perché "al venerdì sera c'è sempre un casino bestiale" (il treno era vuoto); avere il coraggio di fare la battuta con l’impiegata: l’otto alle otto, pensa se era agosto, ah ah (non era nemmeno carina o simpatica: meno male); esser un tale scafato uomo di mondo da controllare il biglietto appena acquistato, visionare quegli otto di cui alla agghiacciante battuta e pensare contento “perfetto!”; arrivato al binario, pensare che se anche il numero del treno sul biglietto non coincide con quello che campeggia sul tabellone informativo alla testa del treno “probabilmente è un errore loro”.

Poi, con terrore rendersi conto che l’orario di partenza del biglietto è le otto di mattina, cosa per la quale sono previsti 50 euro di multa più il prezzo del biglietto nuovo.
La eviti solo impiegando le tue ultime forze per circuire la capotreno.
Sei pronto per il rehab, solo che tu un Grammy non lo vinci, no, no, no.

Nessun commento:

Posta un commento