martedì 8 gennaio 2008

''There's going to be some huge mind-blowing shit"

Il caro blogmat(t)e (che ringrazio pubblicamente perché manda avanti la baracca mentre io guardo i tasti del MacBook senza sapere che farne, preda del famoso bloggo dello scrittore) mi segnala una cosina che tuttavia avevo già visto per conto mio nella lotta quotidiana contro il tempo alla frenetica ricerca di notizie che il prodigioso Kekkoz non abbia ancora “bruciato” tumblerandole con l'impressionante ed invidiabile ritmo che ha dato al suo bellissimo tlog (per me il migliore in circolazione, in assenza – si spera temporanea ma a 'sto punto si teme definitiva – del Maestro).
Oh ecco, mi sono sgranchito le dita, ho leccato un po' il culo e qualcosa è uscito dalla bianca tastiera.
Tanto vale sputare il link-pretesto per tornare a scrivere su milnyc. Non controllo se qualcuno ne ha già scritto però, altrimenti mi blocco per un’altra settimana.

Matthew Fox, alias Jack Shephard, concede un’intervista ad Entertainment Weekly dove parla della quarta e del clamoroso finale della terza stagione di Lost. Ocio, ci sono SPOILER, e ci sono anche qua sotto, ma se non avete visto tutte le puntate nemmeno ora che finalmente son passate anche attraverso Sky significa che non siete lettori di questo blog, perché in realtà siete probabilmente mia madre.

Jack conferma ciò che pensavo, vale a dire che la frase su suo padre nel noto flashforward non è altro che il parlare di una persona sconvolta e poi si dilunga in diverse anticipazioni.
Tipo che Jack, Kate ed altri quando saranno fuori dall’isola diverranno molto famosi per la loro esperienza ma nasconderanno qualcosa al mondo; un terribile segreto che si fa sentire in tutta la sua pesantezza le rare volte in cui i superstiti si ritroveranno: allora Jack tornerà sull’isola per aggiustare le cose, probabilmente per recuperare quelli che ha lasciato indietro e che non è riuscito a salvare (parte dei motivi che lo spingono a volersi suicidare buttandosi dal ponte).
Last year, we find out Jack and Kate are off the island. How the f--- did that happen? And why does he want to go back? In answering those questions, you have to start addressing the bigger, epic scope of the show. In doing that, you're going to get into questions about the show that the audience is just dying to start finding out. What is this island? Where is this island? When is this island?
Io so solo che punterò la sveglia alle sei di mattina dell'1 febbraio per abbeverarmi al primo rigagnolo di torrente.

2 commenti:

  1. grazie, ti amo, ma intanto ieri il tuo socio qui sotto mi ha soffiato lynch per qualche minuto.

    bitches.

    RispondiElimina
  2. ha! l'ho soffiato in maniera pure reckless: ho controllato solo nel reader che tu non l'avessi postato ... pericolosissimo ....

    RispondiElimina