mercoledì 23 gennaio 2008

Girls on pills

Lo sai, è opportuno limitare gli interventi nostalgici, soprattutto se non legano con un evento recente e “fresco”. Ma non resisti e chiedi venia in anticipo.
Sabato scorso prima di uscire, con un amico e un po’ di Jack, cioè con due amici, passavi in rassegna i vecchi pionieristici video dei Duran Duran. Un immaginario dell’epoca a dir poco paradigmatico; elemento forte, comune e presente in quasi tutti, la gnocca. E che gnocca, un fracco di modelle. Era d’altronde quella l’età d’oro delle girls on film (ce ne è a bizzeffe pure nei video del più sofisticato progetto Arcadia, tanto per non smentirsi).
Poi fai un salto temporale di 20 anni e guardi l’ultimo video dei nostri, che a ‘sto punto dovrebbe rappresentare l’evoluzione di artisti ormai maturi, forse addirittura saggi, e con sincera peter-pannesca gioia ti imbatti in una bianca clinica di riabilitazione nella quale degli improbabili Duran-medici col camice si prendono cura dei pazienti che sono...un fracco di modelle paura. Ancora gnocche. Uguale.
Anzi, di più, perché se il lupo perde il pelo, non solo non perde il vizio, ma è sempre più affamato.
Avanti così, ragazzi.

Nessun commento:

Posta un commento