martedì 11 dicembre 2007

Wu-Tang Clan come i Beatles


C'è un prima e c'è un dopo i Beatles nel pop/rock, c'è un prima e c'è un dopo i Wu-Tang Clan nell'hip hop.
Nel nuovo album, questi ultimi fanno una sorta di cover (è usato il campionamento di una cover) di un meraviglioso pezzo dei primi, chiamando a collaborare la principessa Erykah Badu, John Frusciante e, in assenza di chi la compose, il figlio di questi, Dhani Harrison.
Qua c'è RZA (lo conoscete tutti no? per citare il suo più grande e forse primo sdoganamento: colonna sonora del film culto Ghost Dog con cameo) che ne parla.



Pare che
Out of respect for George Harrison, RZA, who produced this song, asked Harrison's son to play rhythm guitar in addition to percussion. It was played using a mint condition Gretsch guitar from 1961 which was given to RZA as a gift from Russell Crowe after they had finished filming American Gangster.
Tranquilli, i Wu-Tang sono Pitchfork approved. Notare come l'eroe della webzine chicagoniana (ma pure mio), Ghostface Killah, qui alle prese col secondo verso, sia come al solito quello che spacca di più.

The Heart Gently Weeps [mp3]

Ma forse questo pezzo così, se non li conoscete, non vi dice molto; è una ballata, in fondo.
Allora ecco un bonus track, scelto tra i tanti, dove si può intuire la novità che hanno rappresentato in termini di produzione di suoni e rima.

Triumph [mp3]

Sono gli unici che mi tentano ad abbandonare quegli attillatissimi jeans a vita bassa che vanno adesso a favore di pantaloni extra large; la calzamaglia da mettere in testa la rubo poi a mia madre.

1 commento:

  1. Wutangclan ain't nothing to fuck with...Pitchfork.
    ahaha...Grandi!

    RispondiElimina