lunedì 3 dicembre 2007

I am a Gossip Boy

Guardo Gossip Girl, me ne vergogno e non sono l’unico (a guardarla, ma anche a vergognarsene, credo). O meglio, me ne vergogno davvero solo ora che, dopo nove episodi, si è rivelata per quello che è: una serie (per teenager) di basso livello, con personaggi di cartone e una trama davvero povera. Una cosa brutta, insomma.
Il NYMag tiene in pratica una rubrica apposta che, in linea con la tradizione del giornale, non si prende sul serio ma nemmeno elimina il sospetto che a loro piaccia davvero.
Meno male che ci pensa il più snob e intellettuale New Yorker a stroncarla come la solita serie della CW il cui massimo pregio è che “most of the actors are worthy of the Abercrombie & Fitch catalogue”.
Basta, non lo guardo più!
Vedo solo l’ultimo episodio che ho sul computer, unicamente perché non lascio le cose a metà.

1 commento: