mercoledì 31 ottobre 2007

piccole cose per le quali i 140 caratteri di twitter non bastano

- "Per problemi di Diritti per il momento in Italia non è prevista l'uscita del DVD della Miniserie" è il motivo per cui non solo nel cofanetto di battlestar galactica season I che ho appena comprato alla fnac mancano le tre ore che fanno da pilot alla stagione, ma sono proprio indisponibili per l'italia; sono irritato; non perché non le vedro', ma perché mi costringono a ordinarle da amazon ed aspettare ancora, quando mi stavo pregustando un ponte dei morti in bellissima e solitaria maratona da divano e dvd;
- rimedierò con l'anch'esso appena acquistato cofanetto di arrested development (sottotitolo italiano: ti presento i miei, !!) e con il terzo lp dei sunset rubdown anch'esso appena etc.;
- non mi intendo di distribuzione dvd nostrana, ma qualcuno sa spiegarmi perché a volte da noi escono dvd con il doppio audio ing/ita senza sottotitoli nemmeno inglesi mentre la versione originaria i sottotitoli ce li ha? ok, non hai voglia di farli in italiano, ma che ti costa lasciarli in inglese? lo stesso, ma peggio, vale per il solo audio: la versione italiana di INLAND EMPIRE non ha l'audio inglese, così come quella di Heat-la sfida; considerato che sono tra i miei film preferiti di sempre, sono irritato, si proprio irritato;
- il blog ha ricevuto i primi file di gruppo italiano emergente per eventuale post o whatever: sicuri che la opinione mia o di matte interessi a qualcuno?
- sono vittima di coincidenze che mi fanno venire i brividi e non capisco se sono messaggi dall'alto che io continuo ad ignorare; giorni fa arrivo a casa e aperta la porta comincio a canticchiare sunday morning e con questo immotivato buonumore accatto il telecomando e accendo la tv e il primo suono che sento è sunday morning, utilizzata in uno spot pubblicitario: qual è la probabilità che ciò si verifichi? sto ascoltando il podcast di due puntate fa di getblack, la puntata sta finendo e hanno messo is there a ghost dei band of horses, entro dalla fnac, vado al reparto alternative, spengo l'iPod ed indovinate che pezzo parte in diffusione nel negozio? probabilità?

buoni morti

5 commenti:

  1. le coincidenze sono un problema che mi assilla da decenni: tante estati fa, la famiglia che mi ospitava in inghilterra inizio' una conversazione su una tal "vanessa" appena pochi secondi dopo che io avevo pensato a una mia compagna di classe di nome "vanessa". li' per li' pensai che l'umanita' fosse giunta al termine.
    a che conclusione sono giunto? mah, penso sia spiegabile con la legge dei grandi numeri: per tutte le volte che le coincidenze sono ... assenti, ci sta pure che ogni tanto facciano la loro comparsa, a mo' di eccezione. poi, scusa, tu in fondo hai semplicemente sentito in un negozio di dischi una canzone di un gruppo che ha appena fatto uscire un nuovo album e che per questo motivo veniva fatta passare alla radio.

    RispondiElimina
  2. Io chiamarei in causa anche gli UFO.

    Ho sentito dire che c'è una buona probabilità che il nostro mondo sia il frutto di un programma di bio-tech genetica operato dagli UFO.

    Questo programma fa in modo che tutto per noi scorra senza intoppi, in modo appositamente causale, affinché noi non ci accorgiamo di nulla. Ma a volte anche il programma ha dei bug, coome un cd che si incanta.
    Per questo, ci capita di sentire di nuovo la stessa canzone appena ascoltata, o di incontrare "per caso" un amico ad una festa dove non avremmo dovuto incontrarlo.

    Per non parlare dei deja vu.

    Nono è una caso. E' tutto un frutto della tecnologia, ancora imperfetta, dei nostri padroni UFO.

    Sao Café

    RispondiElimina
  3. Anonimo ha detto...
    Io chiamarei in causa anche gli UFO.

    Ho sentito dire che c'è una buona probabilità che il nostro mondo sia il frutto di un programma di bio-tech genetica operato dagli UFO.

    Questo programma fa in modo che tutto per noi scorra senza intoppi, in modo appositamente causale, affinché noi non ci accorgiamo di nulla. Ma a volte anche il programma ha dei bug, coome un cd che si incanta.
    Per questo, ci capita di sentire di nuovo la stessa canzone appena ascoltata, o di incontrare "per caso" un amico ad una festa dove non avremmo dovuto incontrarlo.

    Per non parlare dei deja vu.

    Nono è una caso. E' tutto un frutto della tecnologia, ancora imperfetta, dei nostri padroni UFO.

    Sao Café

    RispondiElimina
  4. Ho ripetuto il commento due volte.

    Non l'ho fatto apposta.
    Ma non è neanche un caso...

    RispondiElimina
  5. a me arrested development è piaciuto.comicità surreale, attori bravi, io adoro in particolare il fratello maggiore e il cognato. inoltre compare un grande Henry winkler "Fonzarelli" nelle vesti dell'avvocato criptogay

    RispondiElimina